fbpx

Inserisci la parola chiave

Navigator: slitta il bando di ammissione.

Navigator: slitta il bando di ammissione.

Si è conclusa sabato 6 aprile la seconda giornata del “corso di navigator”.

La platea formata da aspiranti “tutor” ha manifestato grande interesse ed entusiasmo sui temi trattati, approfondendo le politiche di welfare, il mercato del lavoro, l’importanza delle politiche attive ed il ruolo di Cpi e Apl, fino ad arrivare al Reddito di Cittadinanza e all’Assegno di Ricollocazione.

Gli interventi si sono susseguiti in maniera coordinata ed integrata, alternati a diversi momenti di dibattito e confronto.

La ProjectLife Calabria ha messo a disposizione dei discenti la propria preparazione e competenza e ha attuato questi corsi in modo da evidenziare le attività salienti che coinvolgeranno i futuri navigator nelle attività previste dal D.L. 4/2019.

Il navigator sarà un professionista in possesso di profonde competenze; avrà poi precise conoscenze tecniche e legali e anche la capacità di determinare le competenze professionali di coloro che dovranno seguire.

Sarà inoltre fondamentale che il navigator sia in grado di leggere e interpretare i movimenti del mercato per soddisfare la domanda e l’offerta di lavoro. Non dovrà quindi soltanto seguire i beneficiari del reddito di cittadinanza, ma dovrà creare una rete di collaborazioni con tutti i soggetti coinvolti nel mercato del lavoro.

Ad oggi, però, le modalità, i tempi di assunzione e i requisiti per la selezione degli aspiranti navigator non sono ancora chiari e, nell’attesa del bando, aumentano dubbi e punti di domanda (Fonte: Il Messaggero del 07/04/2019). Il bando di ammissione di Anpal Servizi tarda la sua corsa, arriverà solo dopo il 15 aprile, stando alle prime stime, infatti, l’intesa con le Regioni necessita di un ulteriore punto di incontro.
Le prove di ammissione si svolgeranno a Roma, in sei giorni, in quanto sono previste più sessioni di esami nell’arco di una giornata, che in seguito verranno sottoposti ad una correzione davanti ad una commissione di vigilanza. Restano ancora da comunicare i requisiti necessari per partecipare al bando, per ciò che è noto, è necessario avere una laurea magistrale in giurisprudenza, economia, scienze politiche, statistiche o scienze della formazione. Non saranno ammessi più si sessantamila candidati, le persone in esubero, saranno valutate sulla base del voto di laurea più alto.
I navigatori più fortunati guadagneranno 1.700 euro al mese, 30 mila euro lordi l’anno, e saranno assunti tramite contratto di collaborazione per la durata di due anni.

close

Iscriviti

Potrai rimanere aggiornato sulle ultime notizie di lavoro, concorsi, formazione. Inoltre potrai ricevere codici sconto per l'acquisto dei nostri prodotti.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.